Numero VerdeToll Free Call: 840 000 261

Lotteria degli scontrini 2020

Sono state pubblicate dall'Agenzia delle Entrate le regole per la lotteria degli scontrini

Ci sono voluti diversi mesi perchè la procedura telematica per l'invio dei corrispettivi telematici fosse chiara e adottata da tutti (molte struttute ricettive più piccole stanno ricorrendo ai ripari ancora oggi!) ma l'Agenzia delle Entrate non sembra dar pace a consumatori e commercianti.
 
Il 31 Ottobre l'Agenzia delle Entrate ha pubblicato il provvedimento in cui detta le prime istruzioni operative su come avverrà la raccolta e la trasmissione dei dati dei partecipanti alla lotteria degli scontrini.
   

Al via dal 1° gennaio 2020 la lotteria degli scontrini

Entro il 31 dicembre 2019 tutti i modelli di registratori telematici (RT) dovranno essere configurati per consentire, anche mediante lettura ottica, l'acquisizione di un codice lotteria, rilasciato a tutti i cittadini, e che sarà utilizzato per memorizzare i dati dell'acquisto nell'esatto momento dell'operazione.
   
 

Come funziona la lotteria degli scontrini

I consumatori che effettueranno acquisti di importo pari ad almeno 1 euro potranno partecipare alla lotteria, previo possesso di un "codice lotteria" (e non del semplice codice fiscale come si ipotizzava all'inizio), che dovrà essere comunicato al commerciante prima che venga emesso lo scontrino elettronico.
 
Chi pagherà con carta di credito e bancomat avrà una probabilità doppia di vincere perché, a parità di importo, il sistema gli assegnerà un numero doppio di chance di essere estratto rispetto a coloro che hanno scelto di pagare in contanti.
 
Le estrazioni, a partire dal 2020, saranno mensili e i contribuenti potranno concorrere all'assegnazione di tre diversi premi: 10.000 euro, 30.000 euro e 50.000 euro. A fine anno, è prevista l'assegnazione di un maxi-premio finale.
   

Cosa trasmettere all'AdE

La trasmissione all'Agenzia delle Entrate avviene tramite un apposito servizio "lotteria/corrispettivi".
Oltre ai dati identificativi del RT, saranno oggetto di trasmissione:
 
  • denominazione del cedente/prestatore;
  • identificativo/progressivo completo del documento trasmesso;
  • identificativo del punto cassa (in caso di server RT);
  • data e ora del documento;
  • importo del corrispettivo, importo del corrispettivo pagato in contanti, importo del corrispettivo pagato con strumenti elettronici e importo del corrispettivo non pagato;
  • codice lotteria del cliente
 

La sanzione

Ricordiamo che l'art. 20, co. 1, del DL 124/2019 (Decreto fiscale) prevede una sanzione amministrativa da 100€ a 500 € in capo all'esercente che rifiuti il codice lotteria, ovvero non trasmetta all'Agenzia delle Entrate i dati relativi all'operazione documentata.
 
Sperando in una proroga non possiamo che rimanere in attesa di maggiori informazioni e novità con la prossima e imminente Legge di Bilancio 2020.
 

Domande e Risposte Frequenti

?Come viene gestito l'invio degli scontrini della lotteria?
La trasmissione dei documenti commerciali ai fini della lotteria avverrà utilizzando un orario casuale all'interno dell'intervallo di funzionamento del RT, nell'arco della giornata di emissione del documento commerciale e comunque entro i 12 giorni successivi (ex art. 2, co. 6 ter d. lgs. 127/2015).
?Scontrini e Lotteria, l' update per i RT
La necessità per gli albergatori è di aggiornare entro il 31 dicembre 2019 i registratori telematici già acquistati, al fine di configurarli per l’acquisizione dei dati necessari.
Non appena i nostri fornitori RT ci comunicheranno come e quando sarà rilasciato l'update, pubblicheremo informazioni e aggiornamenti in proposito.
?Cos'è il codice lotteria?
Si tratta di un codice identificativo univoco che il consumatore deve generare sul portale della lotteria (non ancora predisposto) e indicare ogni volta che pagherà e deciderà di partecipare alla lotteria. Non si userà, quindi, il codice fiscale, contrariamente a quanto inizialmente previsto.
?Devo dotarmi di un di un misuratore fiscale?
Assolutamente si. È necessario dotarsi di un misuratore fiscale, predisposto per la trasmissione telematica, con il quale fare l'invio dei corrispettivi.

Prima di prendere una decisione in merito consulta il tuo fornitore di PMS per valutare la miglior soluzione possibile.
 
Se stai valutando l'acquisto di un misuratore fiscale, contattaci scrivendo a b2b@hotelcube.eu così ti potremo aiutare sulla scelta dello strumento più adatto alle tue esigenze.

Per maggiori informazioni compilate il nostro form!

CONTATTACI COMPILANDO IL FORM!

Verrai ricontattato da un commerciale nei prossimi giorni

Preferenza contatto
EmailTelefono

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i colleghi:

Comments are closed.